Maturità

La Maturità professionale è una realtà consolidata e sostenuta in tutto il territorio svizzero. I corsi di Maturità professionale si pongono come una valida alternativa agli studi liceali permettendo:

  • l'accesso con un livello adeguato di preparazione alle Scuole universitarie professionali;
  • l'accesso, a determinate condizioni, al corso «passerella» riconosciuto per poter accedere a tutte le Università svizzere e al Dipartimento formazione e apprendimento della SUPSI;

Le discipline che caratterizzano la Maturità professionale sono suddivise tra materie linguistiche: italiano, tedesco, inglese; materie scientifiche: matematica, scienze naturali (fisica, chimica o biologia) e materie umanistiche: storia e politica, economia e diritto.

La Maturità professionale presso la SPAI di Lugano-Trevano è offerta con i seguenti modelli:

  • corso per professionisti qualificati in 1 anno (a tempo pieno), in 2 anni (a tempo parziale) per chi ha già conseguito un Attestato federale di capacità;
  • corso integrativo in 3 anni nelle professioni dell'area della chimica;
  • corso additivo in 4 anni per le professioni nell'area disegno, dove è previsto un primo anno di formazione a tempo pieno e nelle formazioni di durata quadriennale;
  • corso additivo in 4 anni per le professioni di durata triennale delle aree alimentazione e servizi, tecnico artistica, artigianale edile. Il quarto anno prevede una frequenza scolastica di un giorno alla settimana, di regola il venerdì. Nei giorni rimanenti il giovane può esercitare la professione imparata.

L'ammissione al corso per professionisti qualificati avviene su dossier. In particolare, oltre all'Attestato federale di capacità, il candidato deve superare un esame di matematica organizzato dalla Divisione della formazione professionale (DFP) e aver seguito i corsi di consolidamento in inglese e tedesco riconosciuti dalla stessa. In alternativa è necessario un certificato A2 in lingua inglese e tedesco rilasciato da una scuola di lingua riconosciuta. Un apposito regolamento disciplina in maniera dettagliata le condizioni d'ammissione.

L'ammissione ai corsi integrativi e additivi prevede i seguenti requisiti:

  • diritto d'accesso senza esame alle scuole medie superiori;
  • una media di almeno «4,3» e la frequenza di 2 corsi attitudinali;
  • una media di almeno «4,4» e la frequenza di 1 corso attitudinale;
  • una media di almeno «4,5» e la frequenza di corsi base.

È ammessa al massimo una insufficienza, non inferiore al «3». Chi non può esibire i requisiti indicati deve superare un esame d'ammissione comprendente prove di italiano, tedesco, matematica.
 

Maturità

La Maturità professionale è una realtà consolidata e sostenuta in tutto il territorio svizzero. I corsi di Maturità professionale si pongono come una valida alternativa agli studi liceali permettendo:

  • l'accesso con un livello adeguato di preparazione alle Scuole universitarie professionali;
  • l'accesso, a determinate condizioni, al corso «passerella» riconosciuto per poter accedere a tutte le Università svizzere e al Dipartimento formazione e apprendimento della SUPSI;

Le discipline che caratterizzano la Maturità professionale sono suddivise tra materie linguistiche: italiano, tedesco, inglese; materie scientifiche: matematica, scienze naturali (fisica, chimica o biologia) e materie umanistiche: storia e politica, economia e diritto.

La Maturità professionale presso la SAM di Lugano-Trevano è integrata nella formazione e offerta con i seguenti modelli:

  • corso integrativo in 3 anni nella professione di laboratorista con indirizzo chimica;
  • corso integrativo in 4 anni per le professioni di disegnatore/trice AFC (indirizzo architettura o ingegneria civile), elettronico/a multimediale AFC e informatico/a AFC.

L'ammissione ai corsi integrativi prevede i seguenti requisiti:

  • diritto d'accesso senza esame alle scuole medie superiori;
  • una media di almeno «4,3» e la frequenza di 2 corsi attitudinali;
  • una media di almeno «4,4» e la frequenza di 1 corso attitudinale;
  • una media di almeno «4,5» e la frequenza di corsi base.

È ammessa al massimo una insufficienza, non inferiore al «3». Chi non può esibire i requisiti indicati deve superare, se vi sono posti disponibili, un esame d'ammissione comprendente prove di italiano, tedesco, matematica.

Lingue

L'area lingue straniere riunisce tutti i docenti di lingue straniere del CPT che cercano di elaborare e definire i programmi didattici e di determinare gli obiettivi per l'insegnamento delle lingue straniere nelle diverse professioni e nei cicli formativi.

Quest'area:

  • favorisce la collaborazione tra docenti, l'elaborazione e lo scambio di materiali didattici e di modalità/strategie d'insegnamento.
  • promuove e valorizza il plurilinguismo nell'ambito delle formazioni tecniche.
  • si pone come obiettivo l'utilizzo del Portfolio Europeo delle Lingue, quale strumento di autovalutazione e di autonomia nell'apprendimento per documentare le conoscenze e le competenze
  • acquisite gradualmente nel corso dell'iter formativo.
  • collabora attivamente con le altre aree presenti al CPT e, soprattutto, con i docenti di materie professionali.

Coordinatore di area: Katharina Attenhofer.

Sottocategorie